“Sicamber” (Boopen edizioni 2008) – 2a ed.: PlaceBook Publishing 2020

I retroscena della Storia: Secondo episodio

Il rigido frate Aran, su incarico del vescovo di Adescan, incontra il brutale, leggendario Charal delle francische, per persuaderlo a schierare le sue armate a fianco dell’esercito papale contro i Longobardi.

Charal gli narrerà la storia della sua vita e quella dei popoli sicambri, dalle nebulose origini all’epica battaglia finale, da cui nascerà il popolo dei franchi.

Video trailer del romanzo di Guido Cornia “Sicamber”

Acquista il libro in versione cartacea o leggilo in versione Kindle cliccando qui

Recensioni da Amazon.it

Cliente Kindle 27/10/2020
5,0 su 5 stelle Sicamber

La vicenda si svolge in un periodo storico che ha visto esercitarsi molti scrittori, su una tematica scottante, tanto da provocare persecuzioni della Chiesa contro coloro che bollava come eretici.
Però l’autore, profondo conoscitore della Storia, come in altri suoi libri, affronta l’argomento convinto che in ogni leggenda c’è una base di verità.
La storia dell’VIII secolo nelle terre d’Oltralpe e, per un breve periodo anche dalla pianura padana a Roma, è raccontata, lungo un certo periodo di tempo, da Charal di Hestarl al frate Aran de Le Aran, inviato dal suo vescovo a raccogliere la testimonianza di Charal, in un dialogo serrato che li vede confrontarsi anche aspramente sul tema della diversa interpretazione dei Vangeli che ha portato la Chiesa annientare i Catari.
Ma chi erano Aran de Le Aran e Chantal di Herstal. E, soprattutto chi era e da chi discendeva colui che fermò i musulmani a Poitiers?
L’autore ce lo svelerà sapientemente solo alla fine.
Scritto elegantemente, sotto forma di dialogo e di lettere, la lettura si rivela agile, coinvolgendo pienamente il lettore.


Stefania Piras 16/11/2020
5,0 su 5 stelle Bellissimo!

Questo libro é stato una vera sorpresa. É come un puzzle, che comprendi profondamente solo quando metti al suo posto l’ultimo pezzo. Ambientato nell’ottavo secolo, narra di battaglie, di lotte per il potere e la corona, e della disperata necessità da parte della Chiesa di difendere la religione cristiana e respingere l’avanzata dei Longobardi. Il frate Aran e il guerriero Charal, man mano che il racconto va avanti, si svelano, cambiano e mostrano chi sono realmente, gettando una luce diversa sulle vicende storiche di cui sono protagonisti. Grandissimo Guido Cornia! “

Lidia Giorgianni 05/07/2021
5,0 su 5 stelle Da collezionare con tutti gli altri suoi romanzi

“Un frate cresciuto lontano dal mondo e strappato mal volentieri al suo eremo, che viene mandato dal suo vescovo a raccogliere la testimonianza di un misterioso personaggio,un viaggio che intraprende in compagnia di uno scrivano fino nelle terre ostili,dove egli era convinto che non esistesse la conoscenza della Parola di Dio. Incontra un vecchio guerriero dall’aspetto piuttosto spaventoso che risponde al nome di Charal di Herstal meglio conosciuto come Charal delle francische,che riesce a sorprendere il frate con le sue rivelazioni,naturalmente si scoprirà solo alla fine del romanzo chi sia in realtà. Ecco che si ricomincia a parlare del famoso “Malfattore buono” apparso già nel primo romanzo di Guido Cornia “I rotoli del Jarmuth” e che viene indicato dal guerriero come un suo antenato. Alla fine il tema conduttore è quello della vittoria della cristianità nell’Europa delle invasioni barbariche e musulmane, persino il drago che appare è una chiara raffigurazione del male che viene sconfitto in battaglia da Charal. Oltre alla minuziosa preparazione storica Guido Cornia riesce in ogni suo romanzo a coinvolgere il lettore con la sua fantastica narrativa ricca di ironia,di mistero,di magia e piena di punti di vista molto diversi da quelli della storia scritta e trasmessa a scuola,Guido per me è un brillante romanziere che nella sua unicità non sfigura affatto accanto ai più rinomati Salgari o Verne perché riesce davvero ad entusiasmare,ha il dono del “saper raccontare” ed è quello che tiene il lettore incollato alle pagine che scorrono veloci,lo dimostra la sua sempre più grande platea di lettori affezionati. Complimenti Guido Cornia”

Irene 03/07/2021
5,0 su 5 stelle L’altra medaglia della Storia.

“I retroscena della storia… Guido Cornia, profondo conoscitore della storia, racconta episodi avvenuti nel passato rendendoli interessanti e attuali. L’ingerenza della Chiesa nella vita politica, la diversa interpretazione dei Vangeli da parte degli uomini comuni, che erano già ciò che la Chiesa voleva diventassero, i colpi di scena che tengono il lettore incollato al libro, presentato come una corrispondenza a senso unico… Insomma, un romanzo che potrebbe far cambiare idea su tanti avvenimenti… Anche sull’esistenza dei draghi! “